Tagliaerba interfilare per vigneto: i vantaggi e le migliori soluzioni

La salute del vigneto si mantiene attraverso l’applicazione di molteplici lavorazioni durante il corso dell’anno, che permettono una crescita costante e fertile della pianta per un prodotto finale di qualità.

Il taglio dell’erba presente nei vigneti e frutteti è un tipo di operazione fondamentale per diversi motivi volti al benessere e alla qualità delle piante, come a esempio la pratica dell’inerbimento. Questa si applica tramite l’utilizzo di tagliaerba interfilare per vigneto: approfondiamo di seguito il suo funzionamento ed entriamo nel dettaglio di tutti i suoi vantaggi.

Perché applicare il taglio dell’erba nei vigneti?

Uno dei principali motivi per cui è indispensabile procedere con lo sfalcio della vegetazione sottostante ai vigneti, è che si evita le erosioni del suolo: soprattutto in presenza di piogge e di pendenze collinari, il terreno tende a scendere dai filari mettendo in pericolo la stabilità della pianta. Grazie al taglio dell’erba è invece possibile rafforzare la vegetazione tra i filari e quindi la salute e solidità del terreno presente, garantendo una stabilità maggiore alle radici delle viti.

L’inerbimento, ovvero lo sviluppo di un manto erboso controllato e periodicamente tagliato, aiuta inoltre a limitare la crescita di piante infestanti, favorendo lo sviluppo di una copertura erbosa fertile e ricca di essenze nutritive per le radici. Non solo aumenta l’apparato radicale e si favorisce l’esplorazione del terreno per un assorbimento di tutti i sali minerali tipici del territorio, ma si stimola la resistenza del vigneto di fronte a possibili malattie.

L’inerbimento di tipo spontaneo, che prevede la crescita incontrollata dell’erba senza alcun tipo di intervento, rischia di mettere in pericolo la salute della pianta attraverso la competizione vitale della vegetazione che potrebbe sottrarre sostanze a lei indispensabili. Proprio per questo motivo il tagliaerba permette di controllare e regolare la crescita dell’erba per garantire una costante presenza di sostanze organiche che infondono respiro e vigore alle viti. È importante regolare l’altezza di taglio perché non sia troppo aderente al suolo e non vada a incidere sulla fertilità del terreno.

I diversi approcci di taglio

Lo sfalcio è quindi una fase cruciale per il giusto inerbimento del terreno e va effettuata quando l’erba è matura, in modo tale da formare il giusto manto erboso in grado di assorbire maggiormente gli elementi nutritivi utili alla terra. Il momento migliore è solitamente dopo la fioritura, nel periodo primaverile: l’erba tagliata non solo nutre il terreno, ma protegge le radici dal calore delle temperature alte in arrivo con l’estate.

L’inerbimento può essere applicato in diversi modi, a seconda delle lavorazioni del terreno che si vogliono attuare:

  • Inerbimento interfilare e lavorazione sottofila, per lasciare maggior vegetazione tra le viti, applicando un diserbo maggiore nel terreno che percorre i filari.
  • Sfalcio completo della vite, applicato principalmente per evitare competizione radicale tra vite e il resto della vegetazione.
  • Inerbimento a sovescio alterno, che applica la lavorazione un filare sì e uno no sulle parti di terreno non inerbite.

Le migliori soluzioni BFM per il taglio dell’erba

Se si desidera applicare un tipo di taglio completo, il rasaerba posteriore RF-130/40 è la soluzione ideale: permette infatti di lavorare in un solo passaggio fila e interfila permettendo un risparmio di tempo notevole grazie al combinato interceppo con trincino a filo di cui è disposto.

Si presta perfettamente per le lavorazioni in terreni collinari data la sua struttura stabile fissata su ruote anteriori e posteriori. La sua larghezza di lavoro è di 130 cm + 70 cm di interfila e possiede una copertura di lavoro in filari fino a 3mt.

Il macchinario perfetto per il taglio erba interfilare è il tagliaerba interceppi automatico DB12. Questo macchinario è disposto di un sistema automatico a doppi comandi posizionati sul trattore: mentre il disco tagliaerba lavora con un diametro di 90cm attraverso i fili, il suo disco livellante spazzola il terreno per una pulizia completa. Anche questo modello è perfetto per tutti i tipi di terreno, anche in presenza di pendenze.

conclusioni

Il taglio dell’erba in presenza di vigneti viene applicato non solo per una questione di pulizia e ordine, ma per rafforzare la salute e la fertilità della pianta. Attraverso il tagliaerba, infatti, è possibile applicare la tecnica dell’inerbimento, che consiste nello sviluppo di un manto d’erba ricco di sostanze organiche che infonde vitalità alla pianta e la protegge da malattie, evitando anche un surriscaldamento delle sue radici. I macchinari BFM permettono di utilizzare tagliaerba interfilare per vigneto innovativi e veloce, che risparmiamo tempo prezioso garantendo risultati d’eccellenza.

Desideri avere maggiori dettagli sulla frese interfilari e sulla lavorazione della fresatura? Non esitare a contattarci: saremo felici di rispondere a ogni tua curiosità.